...decisero che il messaggio, l'impegno e il sacrificio di don Giuseppe Diana non dovessero essere dimenticati...

VITTIME INNOCENTI, IL DOVERE DEL RICONOSCIMENTO: L’INCONTRO CON IL PREFETTO CANNIZZARO

“Vittime innocenti, il dovere del riconoscimento”: su questo tema si terrà giovedì 20 giugno alle 17.30, a Casa don Diana, un incontro pubblico con il Prefetto Raffaele Cannizzaro, Commissario nazionale che, su mandato del ministro dell’ Interno Matteo Salvini, presiede il Comitato di solidarietà per le vittime dei reati di tipo mafioso.

L’iniziativa, con la partecipazione del Prefetto di Caserta, Raffaele Ruberto, sarà l’occasione per un focus sul rigetto delle istanze di riconoscimento delle vittime innocenti della camorra e sull’esclusione dei loro familiari dai benefici previsti dalla legge.

A delineare il quadro attuale sarà Giovanni Zara, avvocato.

Dopo la presenza forte e determinata registrata nel 2008 e negli anni immediatamente successivi, quando oltre all’incisiva attività repressiva contro la camorra si era avuta anche una maggiore sensibilità per le famiglie delle vittime innocenti, oggi l’impegno dello Stato, a sostegno di quanti hanno pagato un prezzo altissimo per la violenza criminale dei clan, si è andato man mano riducendo.

L’incontro, che si inserisce fra le attività del 25° Anniversario dell’uccisione di don Peppe Diana, vedrà la testimonianza dei familiari delle vittime che chiederanno a gran voce di non essere abbandonati.

I lavori, dopo i saluti del sindaco di Casal di Principe, Renato Natale, saranno introdotti dal coordinatore del Comitato Don Diana Valerio Taglione e dal referente provinciale di Libera Gianni Solino.

Casal di Principe, 18 giugno 2019